L’esercizio del rosso (o del colore complementare)

L’esercizio del rosso (o del colore complementare)

dal libro di Franco Fontana

FOTOGRAFIA CREATIVA

Esercizio 1.

DDN_7946L’esercizio del rosso serve a imparare, a interpretare e significare il colore. (qualsiasi colore). L’esercizio si rivela corretto nel momento in cui grazie a quella macchia di colore la foto prende vita, il colore ridisegna lo spazio, viceversa senza quel colore la foto perde personalità. Come disegnare su un foglio bianco un punto rosso, senza quel punto vedremo solo uno spazio vuoto.DDN_7881DDN_7884Ho quindi provato questo esercizio passeggiando per le strade di Rovereto. Devo ammettere che il colore rosso l’ho intravisto poche volte quindi l’esercizio di per se è un mezzo fallimento ma trattandosi sempre di colori primari (rosso, verde, giallo, blu) ho trovato altre strade e di per se ho cambiato di molto la mia solita “OTTICA”.DDN_7837Seguendo l’esempio di Fontana ho montato un 50 mm fisso sulla mia Nikon D700, impostando il colore sulle luci, fortemente contrastato e molto saturato in modo da ottenere forti contrasti o sottoesposto gli scattiDDN_7864DDN_7879AMi sono accorto che pur avendo fallito in parte l’esercizio, queste foto cariche di colore sono di per se “piene” e si discostano parecchio dal mio solito punto di vista, quindi come esercizio è riuscito anche se voglio rifarlo cercando solo il rosso.DDN_8109DDN_7921Mi sono lasciato prendere dalla composizione mentre avrei dovuto concentrarmi sul colore. L’esercizio non riguarda la ricerca estetica ma appropriarsi del colore per imparare a significarlo.DDN_8052

DDN_8051

DDN_8069In ogni caso devo ammettere d’essermi divertito e perfino un po stupito nel fare e nel vedere poi al computer queste foto. La dominante è sempre il colore e se le convertissi in bianco e nero credo perderebbero parecchia forza.DDN_8024A

DDN_8031DDN_8113A questo punto come vedete mi sono trovato spesso davanti a colori primari ma poche volte dinanzi al rosso, questo per mio errore in quanto cercavo di fare delle foto “gradevoli”. Fontana suggerisce di non farlo, di fare foto che sicuramente non verranno mostrate ( almeno le prime ), ma di fare foto dove senza quel punto, o macchia di colore l’immagine di per se sarebbe come il foglio bianco di cui vi parlavo prima. Certo appena uscirete di casa sarete letteralmente invasi dai colori quindi sacrificare buone foto per farne altre è un peccato ma questo è un mio problema ossia faccio sempre a modo mio.DDN_8107Dovrò tornare a fare questo esercizio è non credo pubblicherò alcuna foto ma l’intento è migliorarsi, e scoprire nuovi punti di vista, nuove tecniche per fotografare, e sopratutto scoprire la forza del colore.DDN_7967DDN_8008DDN_7907

DDN_7859DDN_8002

Bene, credo di aver caricato anche troppo fotografie “fuori tema”. Vi suggerisco di non fare come me ma di fare un esercizio alla lettera così non dovrete tornare a scottarvi sotto il sole di un pomeriggio d’agosto. Magari sarete al mare e li tra blu e rosso sono certo troverete quello che cercate. Io personalmente tornerò al lavoro questo pomeriggio, voglio proprio impadronirmi del colore perché le foto che ho fatto, perlomeno molte di queste sembrano fatte da un altra persona così credo sia bene continuare su questi esercizi che trovate sul libro di Franco Fontana, FOTOGRAFIA CREATIVA, Corso con esercizi per risvegliare l’artista che è in te. Edizioni Mondadori.

Foto di

FOTOALIENTO, respirare fotografie

di Daniele Benedetti

FORME, COLORI, FIGURE

L’analisi prende anzitutto in esame le relazioni tra lo spettatore e il tessuto di linee, forme, testure e colori che costituisce la superficie significante dell’immagine.

3_BR

La linea può essere definita e classificata in base a diverse variabili: Lunghezza; Spessore; Andamento; Funzione, rispetto alla definizione delle forme.

La forma è la prima entità autonoma e organizzata che si presenta alla percezione. Per tale motivo userò immagini semplici di oggetti altrettanto semplici e visibili nel quotidiano per aiutarvi nell’analisi di un immagine. (Ricordo che i testi sono presi da Ruggero Eugeni, in Analisi semiotica dell’immagine).

6_BR

Anche per le forme possiamo individuare diversi criteri di descrizione e classificazione:

  • andamento del contorno: dritto, curvo, spigoloso, fluido, spesso ,fine ecc.
  • caratteri geometrici bidimensionali: presenza di assi, simmetrie interne ecc.
  • formato: grandezza relativa alle altre forme nonché alle dimensioni del campo di riferimento delimitato dai bordi-cornice. (vedi foto)
  • funzione: la forma può essere mimetica o astratta, geometrica o non geometrica.

14_BR

Le macchie e le linee possono presentarsi in campi omogenei (o no), all’interno dei quali siano ripetuti con regolarità macchie, punti o linee identici o simili. In questo caso abbiamo un’ altra entità: la testura o texture.

12_BR

I colori vengono classificati in base a tre attributi:

  • Il tono o cromaticità o tinta o tonalità.
  • La brillantezza o brillanza o luminosità.
  • La saturazione, ossia il grado di purezza della tinta.

Il colore può caratterizzare sia la macchia che la linea isolate, sia testure di macchie o linee. Il colore può sostituire la forma (in assenza di linee di contorno, dando forma all’astrazione).

8_BR

Masi di Servis

13BN

10_BR

Alla forma può essere legata una certa espressività: essa può essere massiccia, leggera, tendente alla fluidità, o alla solidità, ecc.

9_BR

Tali qualità dipendono dalle sue caratteristiche grafiche: conformazione, dimensioni, spessore e andamento della linea di contorno, testura, colore ed insieme definiscono l’immagine.

7_BR

I testi sono presi da Ruggero Eugeni, in Analisi semiotica dell’immagine.

Photo by; Fotoaliento respirare fotografie

di Daniele Bendetti

Love Bike

Love bike.

Lido di Venezia 2002/2003

Love bike
Love bike

Non servono parole per descrivere questa foto che è stata una delle mie primissime foto fatte al Lido di Venezia proprio fuori dall’imbarcadero. Quanti bei ricordi e quante emozioni! Venexiani me manchè!!! Per la foto ringrazio il mio amico Ale Peru che me l’ha fotografata e rimandata dato che io l’avevo stampata e regalata a lui. Era una serie, era in digitale, era su un dischetto ed ovviamente è andato perduto… queste sono le pecche del digitale, una delle tantissime pecche. L’importante è che questa si sia salvata! Questo è amore e l’amore è un arte “!

“Niente viene perso in questo Universo”

 

Photo by, Fotoaliento, respirare fotografie

di Daniele Benedetti

TRACCE,PROFILI,PERCORSI

1.1 L’IMMAGINE (di Devoto e Oli 1990)

A spasso con le fatine del bosco, riflessione sui temi dell’estetica e dell’etica dell’immagine.”

IMG_0033a
Una voragine nel bosco. Astrazione filtro sfoca radiale.

Se escludiamo quella entomologica di “l’ultimo stadio della metamorfosi degli insetti” e quella arcaica e poetica di immagine per “forza immaginativa“,restano quattro definizioni per descrivere l'”immagine“.

AA099
Bonsai ficus benjamin, TMax 400 iso Nikon camera

1.”Forma esteriore degli oggetti corporei in quanto percepibile attraverso il senso della vista”. (Vedi immagine sopra)

2.”La figura e l’aspetto in quanto suscettibili di riproduzione o confronto.

3.”Manifestazione visibile, anche se parziale o incompleta , di un’entità di per      sé immateriale o astratta“.

DSC_0823
Asrtazione pura su fondo boschivo.
IMG_0049
Lomographic camera Holga 6×6 B/W

4.”Configurazione attuata in ambito mnemonico, fantastico, affettivo”.

DSC_0855
Astrazione in post produzione con software gratuiti
DSC_0864
L’uomo del bosco
DSC_0892A
Uno scorcio sul lago
IMG_0034
Lomografia singola esposizione, Fujifilm
IMG_0047
Lomografia doppia esposizione, Kodak B&W

Queste definizioni o azioni sono preponderanti, fino a saturare quasi completamente il mondo narrato. Tutti guardano e dunque interpretano, l’unica azione pragmatica è quella del fotografo o del pittore o dell’artista che sta lavorando.

Per chi volesse saperne di più sul mondo delle immagini consiglio la lettura di “Analisi semiotica dell’immagine “Pittura, illustrazione, fotografia, di Ruggero Eugeni Pubblicazioni I.S.U- Università Cattolica, dal quale ho ripreso alcune tematiche per questo articolo.

Tanti saluti!!

FOTOALIENTO, respirare fotografia (ed immagini..per questa volta)

 di Daniele Benedetti

Testi:

Devoto e Oli

Ruggero Eugeni

 

Sfiorivi, sfiorivano le viole

Salve a tutti, è parecchio che non  pubblico nulla ma ho avuto un calo di entusiasmo, preso dal lavoro e dalla salute. Voglio aiutarmi a far rifiorire in me la passione per la fotografia proprio da alcune foto fatte senza tante pretese a fiori, insetti tutte cose all’apparenza invisibili ma che ogni giorno vedo in qualche modo dalla finestra in lontananza..

Fiori di campoIl soggetto a me preferito sono i fiori di campo, vederli danzare al vento mentre gli insetti ispezionano il territorio e impollinano altri fiori.,,di campoSpesso uso la doppia o la tripla esposizione per ottenere questi effetti, photoshop non fa magie su queste foto, la magia sta solo nei fiori che noi tutti amiamo con i loro colori e i loro inconfondibili profumi.DSC_00091416Questa falena è caduta in un bidone d’acqua di un orto ma in qualche maniera sembra ancora voler volare in profondità del mio animo.DSC_0188Ci sono alcuni insetti davvero simpatici che mi riportano all’infanzia in quanto di loro mi ero completamente dimenticato.DSC_0169brDSC_0183BRPiccole formiche ed insetti colorati.DSC_0021brDSC_0058brrDSC_0030brQuesto insetto sembra porti una maschera africana o comunque di qualche tribù 🙂DSC_0062DSC_0071brDSC_0078brSarebbe bello non sprecare tutto questo che qualcuno ci ha donato, sarebbe bello saper convivere con la natura e con tutti gli esseri viventi, sarebbe bello amarsi e saper amare l’originalità delle cose e delle persone senza dover per forza metterci mano, modificare le cose, manipolare le persone, rendere la natura e gli esseri viventi schiavi dei nostri interessi. Sarebbe bello salvare il mondo e tutte le sue creature!

 

Photo by

fotoaliento, respirare fotografie

di Daniele Benedetti

 

 

Cuore (back stage)

Cuore (Backstage)  con ALESSIO KOGOJ

 

DSC_1753B

I teatri soffiati presentano CUORE. Si può provare a vivere senza?

DSC_1722BN

Questa è la storia di un signore che ha deciso di togliersi il cuore e di metterlo nel cassetto più alto del suo armadio per non pensarci più. Da quel momento però le sue giornate cominciano a trascorrere più lente e il signore ha sempre meno energia…

DSC_1690BN
Alessio Kogoj

…..solo il telefono sembra non tacere mai e il computer diventa un rifugio sicuro fino a tarda notte. La solitudine e la fatica si fanno sentire sempre di più, ma anche il cuore fa sentire la sua mancanza.

DSC_1762bn

 

Per info

I teatri soffiati

http://www.iteatrisoffiati.it/?portfolio=cuore

 

Photo by

FOTOALIENTO, respirare fotografie

di Daniele Benedetti 

28° edizione Torneo Internazionale “Città della Pace”

28° edizione Torneo Internazionale “Città della Pace”

Rovereto, Inaugurazione dei Giochi 2015

La manifestazione si apre con una cerimonia suggestiva ai piedi Campana della Pace. Al termine dei 100 rintocchi tutti i partecipanti pronunciano il giuramento fair play e ascoltano gli inni nazionali del Paesi coinvolti.

Inaugurazione 28° torneo della Pace città di Rovereto
Inaugurazione 28° torneo della Pace città di Rovereto
Campana dei Caduti
Campana dei Caduti
Delegazione del Kosovo
Delegazione Bosniaca
Delegazione del Kosovo
Delegazione Bosniaca

La Campana dei Caduti di Rovereto, Maria Dolens, eretta all’indomani delle immani stragi provocate dalla Prima Guerra mondiale, è stata un simbolo dell’anelito alla pace mondiale che unisce tutti i popoli. I suoi cento rintocchi risuonano ogni sera alle nove e trenta dal colle di Miravalle.

AAN_3184a

AAN_3094a

I valori propri dello sport, il momento di confronto agonistico, il rispetto dell’avversario e delle regole del gioco sono il cuore del Torneo. Ma anche l’incontro, la socializzazione, l‘aggregazione di molti giovani provenienti da nazioni diverse, in un continuo confronto di usi, costumi e tradizioni a volte molto diverse.
AAN_3147
Questi momenti di incontro e confronto sono cresciuti negli anni, coinvolgendo giovani provenienti da tutti i continenti. Hanno partecipato società sportive provenienti da tutte le Nazioni europee, ma anche dagli Usa, dal Brasile, dal Giappone, dal Kuwait, dal Canada, dalla Russia, dall’ Australia.
AAN_3066
AAN_3117
AAN_3092a
Lo sport ed i suoi valori, infatti, contribuiscono alla diffusione di strumenti utili per l’educazione, lo sviluppo e la pace promuovendo la cooperazione, la solidarietà, la tolleranza, la comprensione dell’inclusione sociale, la salute e lo sviluppo a livello sia nazionale che internazionale.
La Campana dei Caduti, realizzata fondendo il bronzo dei cannoni offerti dalle nazioni coinvolte, e le fedi di migliaia di mogli e mamme che non hanno visto tornare i propri mariti, figli, fratelli, dalla grande guerra, si presta dunque ad onorare e ricordare con i suoi 100 rintocchi, le vittime di ogni guerra e durante la serata inaugurale lo scoccare della Campana è stato un momento davvero suggestivo che ha unito tutti i presenti in un grande abbraccio di PACE e FRATELLANZA.

Photo by

FOTOALIENTO, respirare fotografie

di Daniele Benedetti 

IL BOOK FOTOGRAFICO

Cos’è un book fotografico?

Un book fotografico è una vetrina personale, una serie di foto che rappresentano al meglio la tua figura, la tua immagine o comunque quella che vuoi o che devi dare. Questo comporta la capacità di sapersi “trasformare” secondo le esigenze più disparate.

Si realizzano book fotografici per modelle, artisti nel campo della musica, per attori di cinema e teatro, della danza, delle arti performative,ed ogni altra forma di spettacolo o professione.

Partiamo con qualche suggerimento per chi intende fare un book moda;

Fare la modella, come si inizia, come funziona ?

AAN_1818A

Fare la modella non è semplice nemmeno per quelle che rientrano in pieno nei ‘parametri’ di età, altezza, misure. La forte competizione e tanti altri fattori fanno del lavoro di modella una delle professioni più frustranti e meno remunerative, anche se è chiaramente sempre un lavoro che affascina e incuriosisce.

AAN_1666a AAN_1901A

La Varietà Vince

Non c’è dubbio: più un book è vario, e ritrae cioè la modella con capi diversi, acconciature diverse, ambientazioni, make-up, pose ed espressioni diverse, più procurerà lavori interessanti. Una modella ad esempio che attraverso il book può dimostrare di apparire come una diciottenne o anche come una ragazza di trent’anni, avrà molte più possibilità.

AAN_1638a  AAN_1656a

E’  importante avere un paio di primi piani, alcune foto a corpo intero e un paio in costume da bagno o intimo. Per le altre foto due cambi di vestiti sono all’inizio sufficienti. Quindi in tutto tra due ritratti, 2 foto in costume e due foto per ogni cambio di vestito, si arriverà al minimo delle 7/8 foto necessarie. Evita comunque di utilizzare più di due/tre foto per cambio di vestito per non rendere il book troppo monotono e noioso.

 AAN_1811A

Dare un valore economico per la realizzazione di un book è molto difficile, ci sono diversi fattori da prendere in considerazione, tra cui le finalità che il tuo book stesso avrà e pertanto tutto il lavoro che può o non può esserci dietro. Possiamo dire che un fotografo professionista per un book può chiedere dai 350 ai 800 euro a seconda del tipo di foto che si vuole fare, in studio, in location o esterne.

Book fotografici per Attori, Musicisti, Artisti dello Spettacolo.

DSC_0710 DSC_0750

Un artista, sopratutto nei primi anni è sempre interessato a raccogliere immagini di carattere “editoriale” oltre a quelle di scena. Il servizio si può realizzare in studio ma anche all’esterno molto semplicemente girando anche per le vie della propria città. Anche in questo caso, più un book è vario, e ritrae cioè l’artista in ambientazioni diverse, con capi diversi, pose ed espressioni diverse, più il lavoro e la sua “immagine” risulterà interessante ed accattivante.

Questo è il book fotografico classico che permette una presentazione professionale e d’impatto presso  agenzie e casting director. Un book dal costo contenuto che concilia la qualità dello scatto con un investimento ridotto che potrai immediatamente spendere nel mercato del lavoro. Per questi servizi che vi mostro non sono mai state presenti altre figure oltre al fotografo per sistemare trucco e/o “parrucco” ai soggetti ritratti.

I costi di un servizio di questo tipo che può richiedere 3/8 ore di ripresa quindi si realizza volendo in più giornate, ed in location differenti, ha un costo che si aggira dai 200 ai 300 Euro a seconda della richiesta di un post produzione artistico delle fotografie o di una vera e propria veste grafica.

DSC_2844bn DSC_2857bn

Se hai dubbi, domande o vuoi ulteriori informazioni non esitare a contattarmi.

Per prenotare il tuo book fotografico contattami direttamente:

Cellulare: 328 2599102  /  mail: daniele@fotoaliento.it

Photo by

FOTOALIENTO, respirare fotografie

di Daniele Benedetti